Inaugurati i nuovi centro diurno e centro socio-occupazionale - Comune di Traversetolo

archivio notizie - Comune di Traversetolo

Inaugurati i nuovi centro diurno e centro socio-occupazionale

Inaugurati i nuovi centro diurno e centro socio-occupazionale

 
Inaugurati i nuovi centro diurno e centro socio-occupazionale

Oggi consegniamo alla comunità un pezzo di storia. Da dieci anni Traversetolo attendeva il nuovo centro diurno. Lo inauguriamo in una posizione ottimale, nel cuore del paese, in un’area multifunzionale, e praticamente a costo zero per il Comune”. Non ha nascosto il suo orgoglio e la sua emozione il sindaco di Traversetolo, Simone Dall’Orto, nel tagliare, questa mattina, il nastro dei nuovi locali, di proprietà comunale, del centro diurno per anziani e del centro socio-occupazionale per persone con disabilità in via Pezzani 45, al Lido Valtermina. Tante le autorità presenti. Dall’Orto ha rivendicato, per la sua amministrazione, l’aver rivisto il progetto precedente, che prevedeva la realizzazione al Monzato, in una zona ritenuta non adeguata, e a costi molto elevati. “Questa nuova struttura – ha affermato il sindaco – è invece costo zero per il Comune, grazie ai finanziamenti ottenuti da Regione Emilia – Romagna, Fondazione Cariparma, grazie ai fondi governativi per la messa a norma dell’intero edificio, che comprende anche il Palazzetto dello sport, e a quanto si recupererà dall’asta del lotto al Monzato”.

Grande la soddisfazione anche dell’assessore ai Servizi sociali Miriam Amatore, che ha elogiato in particolare la professionalità degli operatori che operano nei due centri, indicando come sia “doveroso per una pubblica amministrazione creare spazi dove le fasce più fragili possano vivere al meglio la loro quotidianità”.

Le nuove strutture sono state realizzate per migliorare i servizi rivolti ad anziani e a persone con disabilità e per rispondere in modo più efficace ai loro bisogni, in spazi più moderni, ampi, accoglienti e funzionali. La nuova collocazione di per sé rappresenta un valore aggiunto, inserita in un contesto multi-servizi, in un’area verde e pedonale, adiacente a strutture sportive, tra cui il Palagym. Si aggiungono spazi dedicati, come un piccolo locale da parrucchiera, mentre la posizione consentirà, tra l’altro, di lavorare meglio su socializzazione e attività motoria.

Il nuovo centro diurno “risponde a un bisogno sempre più pressante – ha evidenziato Adriano Temporini, direttore generale dell’Azienda Pedemontana sociale, che gestisce la struttura per anziani – considerato che oltre il 21 per cento della popolazione di Traversetolo è costituita da over 65. È necessario, quindi, sviluppare servizi come questi, che hanno parametri di qualità più alti rispetto a quelli fissati dall’accreditamento regionale, e in un contesto aperto alla cittadinanza”.

Sono luoghi che valorizzeranno i percorsi di integrazione fatti in questi anni e che saranno un vero spazio di comunità, dove mondi diversi si incontrano”, ha ricordato Alessandro Catellani, presidente della cooperativa sociale Gruppo Scuola, che ha in carico il centro socio-occupazionale in collaborazione con l’associazione “ConTatto”, specializzata in riuso, recupero arredi e oggettistica.

Il senso della comunità è quello che sta a cuore a Fondazione Cariparma, rappresentata dal consigliere di amministrazione Daniele Pezzali: “Il vero valore sono le persone, le famiglie, le associazioni che permettono iniziative di questo genere; è la ricchezza di questo tessuto sociale, nel quale devono essere inseriti a pieno titolo i ragazzi con disabilità, che ha spinto Fondazione a finanziare il progetto”.

Progetto che è stato sostenuto dalla Regione Emilia – Romagna e, in particolare, dall’assessore alla Sanità Sergio Venturi, di cui ha portato il saluto il vice presidente dell’Assemblea legislativa Fabio Rainieri: “Il risultato più importante è la condivisione di questi spazi tra le due realtà, l’unione tra i due mondi, anziani e disabili, che quotidianamente riescono a interagire molto bene e che devono essere assolutamente valorizzati dalla comunità”.

 

Le strutture

Le strutture sono state portate a termine dopo più di due anni di lavori, a cura dell’Ufficio tecnico comunale e delle ditte Icoed srl di Modena e Menegalli Franco di Parma. Il loro costo è di oltre 345mila euro, di cui più di 172 mila da contributo della Regione Emilia - Romagna. Importante il doppio finanziamento elargito da Fondazione Cariparma: 50 mila euro per partecipare a realizzare la struttura nel suo complesso e altri 50 mila per cofinanziare gli arredi.

 

Centro diurno per anziani

Il nuovo centro diurno è andato a sostituire, dal 3 giugno, quello precedentemente in funzione in via Don Minzoni 16, ormai inadeguato alle esigenze degli anziani del posto.

Gestito da Azienda Pedemontana Sociale, può accogliere fino a 16 anziani residenti a Traversetolo, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13.30. Sono presenti 4 operatori a tempo pieno più uno part time, una responsabile delle attività assistenziali, un’infermiera, un fisioterapista.

Il servizio offre all’anziano la possibilità di rimanere nel proprio contesto di vita e garantisce alla sua famiglia un supporto nell’impegno e nel lavoro di cura. La finalità principale è quella di ridurre ed evitare l’emarginazione e l’isolamento e, conseguentemente, il rischio dell’accentuarsi della non autosufficienza. Le attività sono di socializzazione, animazione, mobilizzazione, stimolazione cognitiva e di cura alla persona.

L’accesso avviene tramite Servizio sociale dell’Azienda Pedemontana Sociale.

 

Centro socio-occupazionale per persone con disabilità

Il centro socio-occupazionale (in fase di trasloco dai locali in via Toscanini) accoglie persone adulte con disabilità grave o disabili minorenni che abbiano terminato l’obbligo scolastico e formativo. La nuova struttura è stata predisposta come centro socio-riabilitativo diurno per disabili, tipologia assistenziale più intensiva del Cso, ma, al momento, verrà utilizzata come centro socio occupazionale, sulla base dell’attuale esigenza del territorio.

Dispone di 8 posti “full time”, che consentono la frequenza di 12 utenti (alcuni in part time), 8 residenti nel Comune di Traversetolo, 4 negli altri Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense. Gli operatori della struttura sono in rapporto 1 a 3 con gli utenti Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì per 40 ore settimanali.

Le attività che si realizzano sono quelle di raccolta, riciclo e riuso che l’associazione “ConTatto”, che gestisce la struttura con la cooperativa sociale Gruppo Scuola, svolge attraverso il proprio mercatino. Il laboratorio prevede attività manuali semplici, quali operazioni di pulizia, piccolo restauro di oggetti vari, che col tempo diventano più complesse (recupero materiali presso le abitazioni ecc). Si svolgono anche laboratori espressivi, psico-fisico-motori di riabilitazione, attività di cura dello spazio, esplorazioni del territorio.

L’accesso avviene tramite Servizio sociale dell’Azienda Pedemontana Sociale.


Pubblicato il 
Aggiornato il