Eventi a Traversetolo in occasione di Parma2020 - Comune di Traversetolo

archivio notizie - Comune di Traversetolo

Eventi a Traversetolo in occasione di Parma2020

Eventi a Traversetolo in occasione di Parma2020

 
Eventi a Traversetolo in occasione di Parma2020

Contenuti multimediali per rendere più accessibile a tutti il museo Brozzi, mostre di pittura e scultura, percorsi turistici, storici, naturalistici e cicloturistici, rassegne di musica, itinerari didattici, teatro. E persino il circo. Sono queste alcune proposte che Traversetolo metterà in campo nell’anno che consacrerà Parma capitale della Cultura italiana.

 

Proposte messe a punto dall’assessorato alla Cultura e da tutta l’amministrazione, come tiene a precisare l’assessore Elisabetta Manconi: “È stato un lavoro corale di tutta la giunta, che ha tra le sue priorità, sempre, quella di investire nelle attività culturali. Parma2020 è senz’altro un’occasione straordinaria per la città e per il territorio, che ci ha ulteriormente stimolati a programmare eventi importanti e di qualità”. 2020, ma non solo. Prosegue, infatti, l’assessore: “Abbiamo organizzato tante iniziative estemporanee, ma, soprattutto, abbiamo puntato a valorizzare il territorio e il suo patrimonio culturale in modo duraturo, guardando anche oltre il 2020. Pertanto, abbiamo pensato - in partnership con Unione pedemontana parmense, altri Comuni, associazioni, imprese -, percorsi culturali, enogastronomici, letterari e anche cicloturistici che leghino in modo permanente la città alla provincia, nello specifico a Traversetolo, e riescano ad attrarre parte dei turisti, portandoli a scoprire anche le nostre peculiarità e bellezze”.

 

Tre iniziative vedranno protagonista l’arte del Novecento al museo Renato Brozzi. Si rinnoverà l’appuntamento con il progetto del Comune che valorizza le donazioni fatte al museo nella mostra Dipingere gli affetti: Guido Montanari al museo Brozzi. L’esposizione inaugurerà a maggio e sarà imperniata attorno alla figura di Guido Montanari (Parma, 2 maggio 1895 - 17 dicembre 1968) e all’elargizione di un cospicuo numero di opere in sua memoria da parte del pronipote, nella ricorrenza dei 125 anni dalla nascita del pittore.

Saranno presentati, inoltre, innovativi percorsi di visita multisensoriale al museo con l’obiettivo di ampliarne l’accessibilità. Unendo l’aspetto esperienziale della visita a quello emozionale e abbattendo barriere di qualsiasi natura - sensoriali, fisiche e culturali – sarà possibile permettere la fruizione e garantire un reale godimento del patrimonio museale da parte di tutti. Questo progetto verrà presentato da Arternative srl con l’amministrazione, nell’ambito del bando “Cultura per tutti, cultura di tutti”, promosso dal Comune di Parma per Parma2020 con l'Istituto per i Beni artistici e culturali della Regione Emilia – Romagna.

A fine estate il Brozzi ospiterà, infine, un’eccezionale esposizione temporanea su pittori e scultori animalier nel Novecento italiano. Il 1920 per Renato Brozzi scoccava all’insegna di commissioni ed eventi che ne avrebbero consacrato la fama di artista animalier, anzi del «più grande animaliere italiano dopo il Pisanello», secondo la definizione di Gabriele D’Annunzio. Nella primavera, l’artista partecipava con una mostra personale di studi di animali alla 89ͣ edizione dell’Esposizione d’arte della società amatori e cultori in Roma, suscitando l’apprezzamento di Arturo Lancellotti su «Emporium» e il suo riconoscimento “a livello alto” nel genere dell’animalismo. Da qui le ragioni di una mostra, intesa a rendere omaggio all’artista e a far conoscere, attraverso le opere dei principali esponenti italiani (molte delle quali si presenteranno al pubblico per la prima volta), un orientamento che all’epoca veniva studiato e apprezzato e che non ha mai conosciuto un reale declino. Saranno rappresentati nell’esposizione (curata da un esperto del settore di indiscussa competenza, Alfonso Panzetta, in collaborazione con Anna Mavilla, curatrice del museo) alcuni fra i più memorabili animalieri del Novecento, ma anche il parmigiano Amedeo Bocchi e tutta una pleiade di artisti per i quali la presenza di Brozzi costituì un riferimento indiscusso.

Il catalogo, oltre a riprodurre le opere in mostra, sarà l’occasione per indagare tale genere - con ricca documentazione iconografica - nella scultura italiana, dal Neoclassicismo fino ai maestri del Novecento. Per migliorare la fruibilità e l’accessibilità della mostra da parte di tutti gli utenti verranno utilizzate tecnologie e tecniche di comunicazione all’avanguardia: didascalie e pannelli informativi in italiano e inglese, con font ad alta leggibilità in rilievo; un opuscolo cartaceo prodotto in braille, in linguaggio “Easy to read” in italiano e inglese, corredato da QR code per l’ascolto delle informazioni; un ologramma in cui Brozzi stesso spiegherà le ragioni della mostra temporanea all’interno della collezione permanente del museo.

 

“Astratto?” sarà il titolo, interlocutorio, dell’allestimento, tra aprile e maggio, dei quadri dei pittori Giuseppe Ziveri, Vittor Ugo Canetti e Rolando Campanini, ispirati a un astratto ora geometrico, ora decorativo, ora libero.

 

In cantiere la valorizzazione turistico-culturale dell’area dell’antico castello di Guardasone.

Durante l’estate sarà avviato il progetto, realizzato con ArcheoVea, per valorizzare i punti di interesse storico, archeologico e culturale dell’area, non solo attraverso cartografie adeguate, rete sentieristica segnalata e pannelli identificativi dei luoghi, ma anche tramite la comunicazione del percorso in siti web dedicati, passeggiate culturali ed eventi musicali e letterari. In particolare, si farà un salto nel tempo con una selezione della produzione musicale del Trecento italiano, interpretata dai musicisti dell'Ensemble Micrologus, dal titolo “Per la via: Venite amanti alla festa leggiadra: ballate, madrigali e musiche di danza all’epoca di Boccaccio e Petrarca”, presentata con Unione Pedemontana Parmense

 

Musica classica e contemporanea torneranno nella rassegna musicale estiva legata al Festival della Parola, nella cornice del Parco romantico della Fondazione Magnani Rocca, con la partecipazione del maestro Danilo Grassi e di altri musicisti di fama internazionale. Sono previsti appuntamenti musicali in Corte Agresti e in luoghi significativi del paese: concerti della Filarmonica Arturo Toscanini e quello per arpa E quindi uscimmo a riveder le stelle…, con pezzi eseguiti dalla traversetolese Alessandra Ziveri. Sempre la Corte sarà luogo di incontri letterari, di teatro e di un evento dedicato a Dante, la serata interdisciplinare, ideata Francesco Gallina, I vizi danteschi. Un viaggio illustrato lungo 700 anni.

 

E non mancherà la magia del circo: l'universo dello spettacolo viaggiante approderà a Traversetolo il 18 e 19 luglio per la prima edizione de La Corte Incantata, un piccolo festival internazionale di circo contemporaneo con la direzione artistica e organizzativa de L'Ufficio Incredibile, per gli spettatori di tutte le età.

 

Traversetolo è anche partner di Parma2020 per realizzare tre nuovi percorsi culturali che condurranno il turista alla scoperta del territorio. Il primo, in collaborazione con Fiab - Parma Bicinsieme, proporrà itinerari culturali cicloturistici con Pedalart Parma2020: Traversetolo sarà presente nei percorsi Petrarca, Il Liberty a Parma e la collezione privata Magnani Rocca, Lungo l'Enza fra natura, arte e storia. Il secondo progetto, Parma Territorio d’Acque, con Azienda agraria sperimentale Stuard e ArcheoVea, mira alla creazione di un’infrastruttura di itinerari turistici, culturali e didattici dedicata al tema dell’acqua; Traversetolo parteciperà con la Cronovilla, nota per la sua oasi e la sua storia legata all’imprenditore Luigi Beccarelli, tra i massimi rappresentanti a livello internazionale dell’arte dell’orologeria. Il terzo progetto vede Traversetolo e Neviano degli Arduini promotori del tracciamento e dello studio storico di un antico percorso di passaggio commerciale e di pellegrinaggio che va da Parma verso Lucca. Questa azione sarà completata, e presentata ufficialmente, nel 2021.


Pubblicato il 
Aggiornato il