Coronavirus: l'appello di Avis “Continuate a donare" - Comune di Traversetolo

archivio notizie - Comune di Traversetolo

Coronavirus: l'appello di Avis “Continuate a donare"

Coronavirus: l'appello di Avis “Continuate a donare"

 
Coronavirus: l'appello di Avis “Continuate a donare'

Nell'attuale emergenza sanitaria, si è registrata una diminuzione delle donazioni di sangue che ha raggiunto in alcuni casi il 50 per cento. La situazione è stata sottolineata anche da Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione civile nazionale, in occasione della conferenza stampa di ieri, giovedì 12 marzo, in cui ha invitato i cittadini a continuare a donare sangue con tranquillità. Il ministero della Salute ha emanato il 10 marzo una circolare in cui si precisa che la donazione di sangue ed emocomponenti può essere inclusa tra le “situazioni di necessità”per muoversi da casa, per cui sono consentiti gli spostamenti per recarsi presso le unità di raccolta pubbliche e associative.

Avis ricorda anche che le regioni più colpite da coronavirus - Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna - sono quelle che garantiscono all'Italia l'autosufficienza nella raccolta di sangue.

Le prossime donazioni all’Avis di Traversetolo sono previste per il 4 e il 21 aprile presso la sede dell’associazione in piazzale Solidarietà 1. Per info: 379.1479885, email avis.traversetolo@gmail.com

Di seguito, le misure igieniche aggiuntive stabilite da Avis Traversetolo, in base al Dpcm del 9 marzo 2020 e in accordo con Avis provinciale, per garantire le donazioni in sicurezza.

 

Pulizia dei locali

Le normali attività di pulizia degli ambienti sanitari dedicati all’attività di raccolta sangue e degli ambulatori per le visite mediche sono svolte da una società specializzata e vengono eseguite il giorno precedente la donazione. A queste si aggiungeranno le operazioni di sanificazione della sala di attesa e della sala di accettazione, al piano terra, e della sala ristoro, al primo piano, a cura dei volontari dell’associazione.

 

Accesso ai locali

L’accesso verrà scaglionato, contattando i donatori prenotati nella giornata precedente la donazione per modificare gli orari, in base al numero dei prenotati, e permettere così il rispetto della distanza di sicurezza stabilite dal Dpcm. Il giorno della donazione due volontari disciplineranno l’accesso alla sede, consentendo l’ingresso a un massimo di quattro donatori nella sala d’attesa per la compilazione della modulistica. Sono state predisposte le postazioni che garantiscono il rispetto della distanza interpersonale di sicurezza. L’accesso alla sala accettazione sarà consentito a un solo donatore alla volta.

 

Visite mediche

Il donatore viene sottoposto a visita medica e viene effettuata anche la misurazione della temperatura corporea.

 

I donatori non saranno posizionati l’uno di fronte all’altro

 

Ristoro

Nella sala ristoro al primo piano verranno sistemati tavoli e sedie in modo da rispettare la distanza interpersonale di sicurezza.

 

In tutti i locali, e durante le visite mediche, sarà a disposizione gel igienizzante per disinfettare le mani


Pubblicato il 
Aggiornato il