Dai il nome al nuovo parco della scuola! - Comune di Traversetolo

archivio notizie - Comune di Traversetolo

Dai il nome al nuovo parco della scuola!

Dai il nome al nuovo parco della scuola!

 
Dai il nome al nuovo parco della scuola!

Un sondaggio per coinvolgere la cittadinanza nell’intitolazione del nuovo parco dell’istituto comprensivo, i cui lavori inizieranno a giugno. PER VOTARE CLICCA QUI. Il progetto è stato presentato martedì 27 aprile in video conferenza. I tre nomi in votazione sono stati scelti da alunni e alunne della scuola

 

 

Un sondaggio per coinvolgere la cittadinanza nell’intitolazione del nuovo parco dell’istituto comprensivo, i cui lavori inizieranno a giugno: lo ha “lanciato” l’amministrazione comunale, per rendere partecipi cittadini e cittadine di Traversetolo in un progetto di ampio respiro, a cui tiene in modo speciale: la riqualificazione dell’area verde dell’i.c.. L’intervento, già presentato pubblicamente in alcune occasioni, interessa circa settemila metri quadrati di verde, dove saranno realizzate sei aule didattiche all’aperto, percorsi esterni, orti. Il parco sarà a servizio della scuola, ma non solo: l’obiettivo, infatti, è renderlo uno “spazio di comunità”, il fulcro di una serie di attività di cui potranno avvalersi l’intera cittadinanza e le associazioni, insieme a tutte le scuole del territorio.

 

Pertanto, il Comune desidera coinvolgere quanto più possibile coloro che saranno i fruitori del parco, così che lo sentano “proprio”: in primis alunni e alunne della scuola primaria “D’Annunzio” e della secondaria di primo grado “Manzoni”. Sono stati loro, infatti, che hanno scelto i tre nomi da mettere in votazione tra cittadini/e. Il nome del parco sarà quello che otterrà più voti nel sondaggio che aperto sul sito del Comune QUI. Si potrà votare fino al 16 maggio. I nomi scelti sono: Parco delle Stelle (in ricordo di studenti/esse prematuramente mancati), Parco arcobaleno, Parco Anna Frank.

 

Martedì 27 aprile 2021 con una video conferenza su Meet si è svolta una nuova presentazione pubblica dell’importante progetto di riqualificazione, per condividerlo con la cittadinanza insieme ai nomi proposti dalla scuola.

Vi hanno preso parte il sindaco Simone Dall’Orto, l’assessore alla Scuola Elisabetta Manconi e l’architetto Pier Maria Giordani, fondatore dello studio Recs Architects, progettista dell’intervento.

 

Sindaco Simone Dall’Orto: “Si tratta di un progetto innovativo e ambizioso. Il primo stralcio dei lavori inizierà a giugno, a scuole chiuse, per venire incontro alle richieste dell'istituto, e sarà pronto per l'inizio dell'anno scolastico 2021/2022, in modo da poter essere fruito da alunni, alunne, docenti”.

Assessore alla Scuola Elisabetta Manconi: “Fin dal suo insediamento questa giunta si è posta come uno degli obiettivi primari il rinnovamento funzionale degli spazi scolastici. Abbiamo iniziato con interventi nella scuola dell'infanzia di Vignale e poi abbiamo condiviso con l'istituto comprensivo la riqualificazione del parco. Questo prima ancora che la pandemia incoraggiasse e rendesse necessaria la didattica all'aria aperta. Abbiamo pensato a uno spazio adibito non solo alla didattica ma anche a progetti aperti a tutte le scuole, alle associazioni, alla cittadinanza, a un luogo di attività culturali e di comunità. Per questo lanciamo il sondaggio, affinché tutti possano dare il proprio contributo a partire dalla scelta del nome”.

Architetto progettista Pier Maria Giordani: “La mission che ci ha guidati nella progettazione è stata quella della didattica outdoor e della scuola che si apre alla città. Ristrutturare la scuola iniziando dagli spazi aperti è poi diventata una necessità a seguito dell'emergenza sanitaria da covid-19. Abbiamo anche esaminato i parchi già esistenti a Traversetolo per evitare di fare duplicati. Ci siamo interrogati su chi usa il parco e che cosa fa al parco e abbiamo pensato di estendere la fruibilità dalla fascia 0/13 anni a quella degli adolescenti e fino agli anziani, nell’ottica della inclusività. Nelle diverse aree progettate si potranno svolgere attività differenziate nell'arco della giornata”.

Da queste considerazioni sono stati estrapolati otto ambiti, riassunti in: educazione, relax, svago, socializzazione, interazione, espressione, creatività, cultura.

Verranno così realizzati,oltre alle sei aule didattiche, aree gioco, orti (baby e botanico), giardini (dei fiori/erbe aromatiche e zen), percorsi (verde, natura, della salute e campestre), un campo da calcetto e pallavolo e uno da basket e badminton, una pista da 100m, e ancora un book crossing e una biblioteca degli oggetti.

 

Dopo gli interventi, è stato dato spazio alle domande e alle osservazioni degli intervenuti.


Pubblicato il 
Aggiornato il